Giovani creatori di bellezza. Cronaca Origin Passion and Belief.

Si è appena conclusa, a Vicenza, la fiera evento Origin Passion and Belief, ospitata in una sorta di navicella spaziale della moda dall’architettura candida e ben pensata, oserei dire futurista. All’interno di questo spazio moderno ho potuto vedere, toccare e percepire realtà diverse, rappresentate per lo più da giovani e talentuosi designer provenienti da tutto il mondo. Una volta presa confidenza con l’ambiente, ho dato il via ad un viaggio sensoriale davvero intenso.

Ho passato in rassegna gli stands di ogni designer e, fortunatamente, ho potuto constatare che le idee e l’originalità non sono morte. Difronte a me c’erano creazioni all’avanguardia come le calzature proposte dal marchio Weber Hodel Feder, tre giovani raggazzi che, oltre ad avere fascino da vendere , sono stati in grado di rivoluzionare il design della scarpa maschile proponendola in colori sgargianti ma mantenendo le linee classiche. Un mix sicuramente vincente poiché, come mi raccontava il bellissimo e tatuato Matthias, è stato apprezzato sia dai giovani che dai professionisti nonché dalle celebrities quali Jessica Alba, etc. Ma la novità unita alla manifattura d’alta moda, l’ho sicuramente ammirata nelle opere del marchio Nguyen Cong Tri. Uno stilista vietnamita che ha saputo raccontare le bellezze marine attraverso i suoi incredibili abiti. Delle vere opere d’arte totalmente hand-made, sulle quali ogni decorazione è stata cucita da mani sapienti. Proseguendo il mio tour ho poi incontrato quella che definirei l’eccentricità vera e propria, rappresentata dal marchio Stolen Girlfriends Club, il cui nome già fa intendere l’unicità delle loro idee. Ciò che più mi ha colpito dei loro prodotti, sono stati gli occhiali da sole, grandi, colorati e con un tocco vintage, che non potevano non conquistarmi.

Questi progetti ,e molti altri, rispecchiano esattamente il mio pensiero di novità. Dai capi spalla agli accessori fino alle scarpe, ho potuto osservare la qualità unita alla modernità. Non c’era nulla che non avrei voluto comprare.

Inoltre la fortuna che ho avuto  di poter conoscere di persona questi giovani inventori di bellezza, mi ha permesso di ascoltare le loro storie e di comprendere le loro difficoltà in un mondo come quello della moda, dove i designer emergenti sono, quasi sempre, soffocati dai grandi marchi.

Dai loro racconti ho capito quanto la passione e la determinazioni giochino un ruolo fondamentale in questo settore. Ho visto molti occhi rassegnati ma altrettanti in cerca di riscatto e vogliosi di conquistare uno spazio meritato nel business del fashion.

Io tifo per loro.

Questa voce è stata pubblicata in BRANDS, NEW TALENTS e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>