SERGEI GRINKO: GIOVANI DESIGNER CRESCONO

Ho letto sulle pagine digitali che Sergei Grinko, giovane fashion designer di origine russa, perfezionatosi professionalmente nei Paesi del Golfo e giunto, infine, in Italia aprirà tre punti vendita diretti in Francia a cominciare da Parigi. Attualmente Grinko è venduto in 57 multibrand e department store sparsi fra Panama, Tokyo,Dubai, Mosca ed Hong Kong.

Ne abbiamo avuta soddisfazione. Ricordo di un arrivo in pieno sole a Brescia, sulla porta dell’atelier di Sergei; all’epoca il clamore delle Fashion Weeks milanesi e delle Sfilate su invito a San Pietroburgo non si sentiva. Dissi a Sergei di non mollare ed al suo manager Filippo di non dissuaderlo dal suo sogno.

Oggi Grinko, brand italiano disegnato dall’omonimo stilista anglo-russo, che dal settembre 2010 solca le passerelle di Milano Moda Donna, per tramite della Grinko France sarl, ha il primo negozio, di 100 metri quadri a Parigi, al n°31 della rue d’Anjou, a pochi metri dalla Madeleine.

Grinko France Sarl è composta dai co-fondatori della maison italiana e da Jean Demavinssy, agente e distributore francese di marchi italiani quali Borbonese, Alessandro Dell’Acqua, Amen , Angelo Marani.

Il progetto di sviluppo retail prevede  l’apertura di altri due negozi monomarca entro il 2016 l’uno a Parigi sulla Rive Gauche e l’altro a Saint-Tropez.

E’ sulla costa mediterranea, infatti che Grinko sta aumentando la propria esposizione: prima sfilando con la pre-collection  Primavera Estate  2015 a Montecarlo, ospite della Chambre Monégasque de la Mode e del Governo di Monaco e poi lavorando al progetto del terzo monomarca.

A chi mi disse che i suoi abiti avevano bisogno del manuale d’istruzione per essere indossati, (invidie fra colleghi fashion designer n.d.r.) risposi che lo stile di Sergei era principesco e le sue donne portavano la grazia e l’ingenuità di mondi fantastici sebbene, spesso, fossero trattenute – a volte  prigioniere- di accessori “mascolini” , rigidi e sovradimensionati.

Da alcune stagioni questi tratti sono smorzati sebbene le proposte per l’imminente Autunno Inverno mostrino calzature guerriere per donne (anche e soprattutto quelle russe) che debbono combattere con le intemperie.

Quelle per la prossima Primavera – non a caso battezzata “Syntetic Nature” afferiscono a concetti floreali e faunistici attraverso geometrie eleganti, tessuti fluttuanti, tagli asimmetrici.

Segni, oramai, inconfondibili della Maison Grinko. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Info su amministratore

giornalista dal 1987
Questa voce è stata pubblicata in BRANDS, NEW TALENTS e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>